domenica 15 luglio 2007

Genesis: Roma 14 luglio 2007



Roma, 14 luglio 2007,
a distanza di un anno quasi esatto, siamo di nuovo qua al Circo Massimo per un atteso evento. Un anno fa, in occasione del trionfo ai Mondiali, l'atmosfera era, per l'importanza dell'evento, lontanamente paragonabile a quella di stasera, tuttavia un concerto gratuito dei Genesis è cosa unica.
Il concerto secondo noi è stato complessivamente sufficiente. Tecnicamente il risultato è stato fiacco, non un'improvvisazione e solo un paio d'assoli (la chitarra in Firth Of Fifth e il finale alla batteria di Phil), ma tutto all'insegna di brani, forse molto orecchiabili, ma privi di quell'energia e fantasia che li contraddistingueva.
"Sono lontani i tempi in cui, i Genesis erano al completo e ognuno occupava il posto giusto".
( Per chi non lo sapesse Phil Collins, per quello che ha fatto vedere in passato, si può giustamente ritenere uno tra i migliori batteristi della scena della musica rock).
Quindi le nostre attese si sono rivelate corrette, visto che sapevamo di andare a un concerto, sì dei Genesis, ma senza Peter Gabriel. Anche se, fin dall'inizio del concerto, in alcuni di noi languiva ancora una fioca speranza di una sorpresa... vedere salire Peter sul palco. Pensiero che balenava nelle nostre menti a causa di un suo concerto qua a Roma dieci giorni fa.
L'assenza della "mente" principale della band, assieme a Tony, cambia profondamente l'anima e soprattutto la "scaletta" del concerto.
Per noi è grave ma per i Genesis non è così, anzi. Sul lato commerciale, essi non rimpiangono minimamente Peter, visto che i maggiori successi li hanno avuti proprio con quegli album che piano piano, dopo il suo abbandono, sono scivolati nel commerciale, perdendo quella estrosa creatività che ha avuto il suo massimo splendore in Selling England By The Pound e che ci ha lasciato altri grandi album come Foxtroat e The Lamb Lies on Broadway.
La nostra reazione al concerto è stata quindi blanda, qualche sussulto sulle sublimi note di pezzi come Firth of fifth, I know what I like, The Cinema Show e qualcosina qua e la.
Il pubblico (gli organizzatori dicono 500 mila persone) ha comunque reagito bene, grazie a qualche astuta "ruffianeria" e un performance per Phil da vero "mattatore" ( come l'esibizione con il tamburello).

immagini di repertorio
a sinistra: Phil e Peter
a destra: Phil
Concerto dei genesis roma 2007



Guarda il video dei Genesis: Firth Of Fifth/I Know What I Like - Roma 14 luglio 2007



Image Hosted by ImageShack.us

2 commenti:

Dome & Edo ha detto...

grandi i genesis!
ho contraccambiato il link! (grazie mille per esser passato da me)
dome

Anonimo ha detto...

Hai ragione: il mio approccio nei riguardi dei (New) Genesis è identico al tuo. Senza Gabriel, e anche senza Hackett, hanno finito di essere i veri Genesis. Un lieve senso di Amore per questo gruppo comunque rimane sempre...

Ti linko su:

http://cumuli.splinder.com

ciao!