giovedì 2 agosto 2007

Intrigo intenazionale - di Alfred Hitchcock


"Intrigo internazionale" rappresenta, per molti critici e spettatori, una delle massime espressioni del cinema di spionaggio, occupando un posto d'onore all'interno dell'itinerario cinematografico hitchcockiano.
Come in tutti i film di Hitchcock, definiti da egli stesso degli "incubi ad occhi aperti", Intrigo internazionale racconta la storia di un individuo qualunque incastrato in una situazione e in un mondo che non gli appartengono. Il protagonista Roger Thornhill (Cary Grant) viene infatti scambiato da alcuni criminali per una vera e propria spia, dando il via ad una serie di equivoci e peripezie che lo porteranno inevitabilmente a combattere per la propria vita.
Il grande "maestro del brivido" è qui al massimo della sua forma; attraverso una sceneggiatura organizzata come un vero e proprio congegno ad orologeria, scritta dal suo fido collaboratore Ernest Lehman, Hitchcock ha qui l'opportunità di scatenare il suo grande talento visivo e di dedicarsi a quello che gli sta più a cuore: le immagini.
Chi non rammenta la celebre sequenza in cui Cary Grant viene inseguito da un aeroplano in volo in aperta campagna? Una lunga scena senza dialoghi che venne realizzata con oltre 130 inquadrature e che nel famoso libro-intervista di Truffaut ad Hitchcock quest'ultimo spiegava così:

"Ho voluto reagire contro un vecchio stereotipo: l'uomo che è andato in un posto in cui probabilmente sarà ucciso. Ora, che cos'è che si fa di solito? Una notte "nera" in uno stretto incrocio della città.La vittima attende in piedi sotto la luce di un lampione. Il selciato è ancora bagnato da una pioggia caduta da poco. Primo piano di un gatto nero, inquadratura di una finestra con il viso di qualcuno che, cercando di non farsi notare, tira la tenda per guardare fuori. Si avvicina lentamente una limousine nera ecc. Mi sono chiesto: quale sarebbe l'esatto contrario di questa scena? Una pianura deserta, in pieno sole, nè musica, nè gatto nero, nè viso misterioso dietro la finestra!".

Una pellicola realizzata con un larghissimo uso di riprese in esterno tra cui bisogna obbligatoriamente citare quella dell'emozionante finale sul monte Rushmore.
Per la 4° e ultima volta Cary Grant , che interpreta la parte del protagonista per Hitchcock ideale (forte e prestante) contrapposto a quello reale (fobico e debole) interpretato da James Stewart, recita in un film del maestro portando con se quella sua abilità nella commedia che darà al film una ottimale dose di umorismo. Nel cast oltre al frizzante Cary Grant anche una seducente Eva Marie Saint e un ottimo James Mason.
Insomma, una combinazione di suspense,comicità ed un pizzico di erotismo in un film da non perdere per tutti gli appassionati di cinema, soprattutto per chi considera l'immagine in se stessa come la componente principale della cosiddetta "fabbrica dei sogni".

Scheda
Intrigo internazionale - North by Northwest
Regia: Alfred Hitchcock
USA 1959
Genere: Spionaggio
Durata: 136'
con: Cary Grant, Eva Marie Saint, James Mason, Martin Landau, Leo G. Carroll, Jessie Royce Landis

Dov'è Hitchcock? Nei primissimi minuti non riesce a prendere l'autobus che gli chiude le porte in faccia.

Intrigo intenazionale, Ordinalo ora su dvd.it

Valutazione:

6 commenti:

Lilith ha detto...

Sicuramente il film di Hitchcock migliore che abbia visto.

pickpocket83 ha detto...

Film EPOCALE - gran bel blog anche il tuo! tornerò a farti visita spesso! saluti

AmosGitai ha detto...

Luiiiii... quali sono nome e cognome della signora???
Saluti da Santorini... sperando che non abbia cambiato la serratura a Roma!!!

Zelig ha detto...

Uno dei miei film prefriti in assoluto. Hitchcock DOC

Luciano ha detto...

Non avevo ancora visto questa tua ottima recensione. Il film è un capolavoro: ogni immagine è un mondo a sé.
A presto.

MASH ha detto...

@Luciano, grazie per i complimenti, ha ragione è un capolavoro ed è il mio Hitchcock preferito! scusa per il ritardo nella risposta, ma in questi giorni, non riesco proprio a trovare tempo per il blog! ci sentiamo...